Ciro: i re della Sanità

photovisi-download

Ciro… un nome che porta qualsiasi mente verso una sola città: Napoli! Ed è proprio qui che si trovano le più grandi pizzerie, le più grandi pasticcerie. Insomma, Napoli, oltre alla grande cultura ed alla sua immensa storia, offre una cucina che parecchi invidiano.

Napoli, però, è una città difficile, molto difficile. Sì, perché il presepe è bello, ma i pastori vanno in contrasto tra loro e, nonostante i recenti sforzi della città per risollevarsi, c’è sempre qualcuno o qualcosa pronto a mettere i bastoni tra le ruote. Questo “qualcuno o qualcosa” può essere rappresentato anche dai social, dalle TV, dalla cattiva pubblicità, ma anche dagli stereotipi sempre presenti.

Uno dei luoghi più criticati è sicuramente il Rione Sanità, che vive di gioie e dolori, di ricchezza e povertà: certo, perché qui c’è la casa del “Principe” Totò, lo storico Cimitero delle Fontanelle, le catacombe di San Gaudosio e lo splendido Palazzo dello Spagnolo; l’importanza di queste grandi bellezze finisce spesso per passare in secondo luogo, dato che sicuramente non si trovano in un quartiere facile e signorile, ma indubbiamente il tutto viene sempre ingigantito, forse perché una Napoli migliore può sempre dar fastidio…

Nonostante ciò c’è sempre qualcuno che tende a non scoraggiarsi, anzi vuole scavalcare i pregiudizi, la cattiva pubblicità e gli stereotipi. Stiamo parlando dei due Ciro della Sanità, che attraverso la passione per il loro lavoro e l’affetto verso chiunque, sono diventati forti, fortissimi, tanto da far parlare di loro in tutto il mondo!

Però ancora vi starete chiedendo chi sono questi due individui… beh, loro sono Ciro Oliva e Ciro Poppella, rispettivamente rappresentanti principali della storica pizzeria Da Concettina ai 3 Santi e della rinomatissima pasticceria Poppella. Hanno fatto delle loro attività i punti di forza del quartiere, sempre più visitato grazie alla qualità dei loro prodotti ed all’intraprendenza da parte di entrambi.

Ciro Oliva è un giovanissimo della pizzeria napoletana. E’ nato e cresciuto seguendo le gesta del padre, Tonino, e da qualche anno ha preso in mano l’attività, muovendosi tramite il mondo social, pubblicizzando il più possibile le prelibatezze della sua pizzeria. Ovviamente c’è bisogno di una risposta anche in campo pratico ed i numeri sono indubbiamente dalla sua. Da Ciro si può trovare di tutto, dalla semplicissima ma sempre efficace Margherita, passando per la squisita pizza con i taralli, fino ad arrivare alla pizza interamente dedicata al ragazzo, la pizza dell’altro Ciro, dove mozzarella di bufala e ricotta si incontrano con una squisita pancetta, del pepe e del limone grattugiato,  per dare quel pizzico di sapore in più. Insomma Ciro sta pensando ad una pizzeria a 360° ed in poco tempo ha conquistato tutti, ma proprio tutti.

Un’altra grandissima innovazione che ha portato questo ragazzo è la cosiddetta pizza sospesa, proprio come l’antichissima tradizione del caffè sospeso. Questa iniziativa consiste nel recarsi alla cassa alla fine di un pranzo o di una cena e lasciare una o più pizze pagate, che verranno mangiate da chi, con una tasca non troppo piena, andrà in pizzeria a chiedere se c’è una pizza sospesa. Il tutto è segnato su una lavagnetta all’interno del locale che indica il numero di pizze sono state lasciate.

Pizza-Sospesa-da-Concettina-ai-Tre-Santi-850x850.jpg

Il sito della pizzeria Da Concettina Ai 3 Santi  Pizzeria Da Concettina Ai 3 Santi su Facebook

Il Ciro più esperto, invece, è Ciro Poppella, pasticciere dal grande cuore e dalla mano d’oro. Fino a qualche anno fa la sua pasticceria era spesso affollata perché la qualità dei suoi dolci è sempre stata di un livello altissimo, ma da un anno a questa parte ha battuto davvero ogni record. Il merito è sempre una volta tutto suo, dato che ha portato un nuovo dolce, che come la sfogliatella, la pastiera ed il babà entrerà nella storia della pasticceria napoletana. Stiamo parlando del suo fiocco di neve, un sofficissimo bignè che contiene panna e ricotta mischiate con un ingrediente che Ciro tiene ben stretto e che giustamente non si lascia minimamente scappare. Hanno tentato in tutti i modi di emulare questo nuovo dolce, di farsi spifferare la ricetta segreta, ma il fiocco di neve è solo uno e Ciro resta l’originale ed inimitabile.

Pasticceria Poppella – Facebook

Questa è la Napoli bella che con l’entusiasmo e la passione fa di tutto per emergere e quindi possiamo proprio dirlo: i due Ciro sono i Re della Sanità!

A cura di Giovanni Annunziata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...